Barcelona, un laboratorio

Per strada la sera ci sono ragazzi che girano con lattine di birra, in vendita. Il mimo non è il semplice lenzuolo bianco e il trucco a coprire il vivo. E’ un travestimento elaborato. Barcelona è sempre in movimento, è vero. Bisogna dare ragione alle guide (anzi, alla Guida, la Routard). Si mangia a tutte le ore, si beve a tutte le ore, si cammina sempre. La città si piega ai tuoi turisti, che a loro volta spostano gli orari di pranzo e cena, prime abitudini da rivedere.

Barcelona in costruzione. La Sagrada familia è un laboratorio. I visitatori camminano a un passo dagli operai. Mi vengono in mente gli anziani che appena apre un cantiere in città se ne stanno a curiosare per un po’, controllano l’andamento dei lavori. Qui è sotto gli sguardi costanti della gente di tutto il mondo, che scopre di dare il suo contributo al progetto di Gaudì pagando i 12 euro dell’ingresso. Così insomma la puoi sentire anche tua.

E’ una città con gente strana. Brutte facce, se vogliamo, girano un po’ dappertutto. Ma oguno si fa gli affari suoi. Quello che colpisce è sicuramente la varietà e la vastità di volti. Chiedere informazioni è facile. Non importa in che lingua tenti di arrangiarti. Gli anziani del posto soprattutto sono incredibili. Io e mio fratello ne abbiamo incontrato uno con moglie sulle Ramblas. Cercavamo la piazzetta dell’albergo. Ci ha dato qualche indicazione. Poi ha voluto sapere da dove arriviamo. “Italia, Genova”. E lui tutto felice ci ha detto che ci ha vissuto per 4 mesi.

La lingua. Ancora una volta mi sento ignorante. Certo, sapevo della differenza tra castigliano e catalano, però non pensavo di trovarmi di fronte a due lingue completamente diverse, insomma non si può dire “in Spagna si parla lo spagnolo”. Qui il castigliano è una lingua diversa, trattata al pari di inglese e francese, compare nei menu, nelle informazioni, nei depliants. Mi piace l’adios per salutarsi.  Se non ti rivedrai mai più, è l’espressione più corretta. Se il giorno seguente sarai ancora lì, sarà un bentornato ancora più sorprendente.

Annunci

13 Responses to “Barcelona, un laboratorio”


  1. 1 yantras novembre 14, 2012 alle 5:15 pm

    Hello there! I know this is kinda off topic but I was
    wondering which blog platform are you using for this site?

    I’m getting fed up of WordPress because I’ve had problems with hackers and I’m looking at options for another platform. I would be fantastic if you could point me in the direction of a good platform.

  2. 3 www.vilago21.com dicembre 5, 2012 alle 2:38 am

    I think that is among the hence much vital information for my situation.
    And i am glad reading the article. However wanna observation on some general things, The site style is
    wonderful, the articles is in reality great :
    D. Just right task, cheers

  3. 4 spanish culture games for kids dicembre 31, 2012 alle 6:06 am

    Hi there, just became alert to your blog through Google, and found that it’s really

    informative. I’m gonna watch out for brussels. I’ll appreciate if you continue

    this in future. Lots of people will be benefited from your writing. Cheers!

  4. 5 spiderman jacket dicembre 31, 2012 alle 7:33 am

    I found your blog web site on google and check a number
    of of your early posts. Continue to maintain up the excellent operate.

    I just additional up your RSS feed to my MSN Information Reader.

    In search of ahead to studying more from you later on!

  5. 6 chatroulette online febbraio 7, 2013 alle 11:43 am

    Why viewers still use to read news papers when in this technological globe
    the whole thing is existing on web?

  6. 7 Ricardo febbraio 10, 2013 alle 6:45 am

    First off I want to say great blog! I had
    a quick question which I’d like to ask if you don’t mind.
    I was interested to find out how you center yourself and clear your
    head before writing. I’ve had a difficult time clearing my thoughts in getting my ideas out there. I truly do enjoy writing but it just seems like the first 10 to 15 minutes are generally lost simply just trying to figure out how to begin. Any recommendations or hints? Cheers!

  7. 8 Geneva aprile 17, 2013 alle 11:47 am

    I am not sure where you’re getting your info, however good topic. I must spend some time studying more or understanding more. Thanks for excellent information I was looking for this information for my mission.

  8. 9 Nona aprile 18, 2013 alle 4:01 pm

    Thank you so much for providing individuals with an exceptionally

    special opportunity to read critical reviews from

    this web site. It can be

    very

    pleasing plus

    stuffed with a great time for me and my office

    peers to visit your

    site not less than thrice in a week to learn the newest
    stuff you have. Of course,

    I’m so actually

    pleased with all the unique guidelines served by you. Selected 2 ideas on this page are ultimately the best I

    have ever had.

  9. 10 Marlon maggio 5, 2013 alle 1:40 am

    Heya i am for the primary time here. I came across this board
    and I in finding It

    truly helpful & it helped me out much. I hope to

    provide one thing back and aid others like you
    helped me.

  10. 11 Free Games giugno 27, 2013 alle 12:08 am

    Greetings from California! I’m bored at work so I decided to browse your blog on my iphone during lunch break. I enjoy the knowledge you provide here and can’t wait to
    take a look when I get home. I’m surprised at how quick your blog loaded on my phone .. I’m not even using WIFI, just 3G .
    . Anyways, fantastic blog!

  11. 12 http://www.detoxyouinfo.com/wp-content/plugins/zingiri-forum/mybb/member.php?action=profile&uid=196975 luglio 14, 2013 alle 3:43 pm

    Hi there, You have done an incredible job. I will

    definitely digg it and personally recommend to my friends.
    I am sure they will be benefited from this site.

  12. 13 m88 novembre 9, 2016 alle 7:09 pm

    certainly like your website but you have to take a look at the spelling on quite a few of your posts.
    Many of them are rife with spelling problems and I
    find it very troublesome to tell the truth nevertheless I will certainly come
    back again.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




I BRUSCHI DETTAGLI

Raccontare, vedere poi ascoltare e scrivere. Leggere, chiedere, curiosare. E una pagina bianca per dirlo a qualcuno. Non il Tutto, solo qualche dettaglio

SUL COMODINO

Paul Auster, un po' di Pamuk, Erri De Luca

ULTIME LETTURE

Un uso qualunque di te (Sara Rattaro)

Twitter factor (Augusto Valeriani)

La vita è altrove (Milan Kundera)

1Q84 (Haruki Murakami)

Zita (Enrico Deaglio)

L'animale morente (Philip Roth)

Così è la vita (Concita de Gregorio)

I pesci non chiudono gli occhi (Erri De Luca)

Cattedrale (Raymond Carver)

Lamento di Portonoy (Philip Roth)

Libertà (Jonathan Franzen)

Il dio del massacro (Yasmina Reza)

L'uomo che cade (Don De Lillo)

Il condominio (James G. Ballard)

Sunset limited (Cormac McCarthy)

I racconti della maturità (Anton Cechov)

Basket & Zen (Phil Jackson)

Il professore di desiderio (Philip Roth)

Uomo nel buio (Paul Auster)

Indignazione (Philip Roth)

Inganno (Philip Roth)

Il buio fuori (Cormac McCarthy)

Alveare (Giuseppe Catozzella)

Il Giusto (Helene Uri)

Raccontami una storia speciale (Chitra Banerjee Divakaruni)

Cielo di sabbia (Joe R. Lansdale)

La stella di Ratner (Don DeLillo)

3096 giorni (Natascha Kampusch)

Giuliano Ravizza, dentro una vita (Roberto Alessi)

Boy (Takeshi Kitano)

La nuova vita (Orhan Pamuk)

L'arte di ascoltare i battiti del cuore (Jan-Philipp Sendker)

Il teatro di Sabbath (Philip Roth)

Sulla sedia sbagliata (Sara Rattaro)

Istanbul (Orhan Pamuk)

Fra-Intendimenti (Kaha Mohamed Aden)

Indignatevi! (Stéphane Hessel)

Il malinteso (Irène Némirovsky)

Nomi, cognomi e infami (Giulio Cavalli)

Tangenziali (Gianni Biondillo e Michele Monina)

L’Italia in seconda classe (Paolo Rumiz)

ULTIME VISIONI

Be kind rewind (Michel Gondry, 2007)

Kids return (Takeshi Kitano, 1996)

Home (Ursula Meier, 2009)

Yesterday once more (Johnnie To, 2007)

Stil life (Jia Zhang-Ke, 2006)

Cocaina (Roberto Burchielli e Mauro Parissone, 2007)

Alla luce del sole (Roberto Faenza, 2005)

Come Dio comanda (Gabriele Salvatores, 2008)

Genova, un luogo per dimenticare (Michael Winterbottom, 2010)

Miral (ulian Schnabel, 2010)

Silvio forever (Roberto Faenza, 2011)

Election (Johnnie To, 2005)

Oasis (Lee Chang-dong, 2002)

Addio mia concubina(Chen Kaige, 1993)

La nostra vita (Daniele Luchetti, 2010)

Departures (Yojiro Takita, 2008)

La pecora nera (Ascanio Celestini, 2010)

Flags of our fathers (Clint Eastwood, 2006)

L'uomo che fissa le capre (Grant Heslov, 2009)

Buongiorno Notte (Marco Bellocchio, 2003)

Vallanzasca - Gli angeli del male (Michele Placido, 2010)

Paz! (Renato De Maria, 2001)

Stato di paura (Roberto Burchielli, 2007)

Gorbaciof (Stefano Incerti, 2010)

L'esplosivo piano di Bazil (Jean-Pierre Jeunet, 2008)

Confessions (Tetsuya Nakashima, 2010)

127 ore (Danny Boyle, 2010)

Qualunquemente (Giulio Manfredonia, 2011)

American life (Sam Mendes, 2009)

Look both ways (Sarah Watt, 2005)
luglio: 2010
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: