Un bambino venuto da lontano

Aspettando Andrea - 2008PAVIA Un libro per raccontare una storia felice e difficile, un percorso lungo. Andrea ha 7 anni ed è nato in Russia. E’ stato adottato quando ne aveva 4 da Elena Poma, insegnante di lettere, e da suo marito, Luigi Negri, medico. Elena Poma ha deciso di raccontare la sua storia, quella di “un bambino venuto da lontano”, in un libro, “Aspettando Andrea” (ed. San Paolo, 160 pagine, 13 euro, presentato alla Fiera del libro di Torino il 13 maggio) che ha lo scopo di aiutare i genitori ancora indecisi a convincersi a portare avanti le pratiche di adozione, ma anche a finanziare l’associazione Airone di Azzano San Paolo (Bergamo). Nella città dove è stato adotatto Andrea c’erano 12 istituti. Ci sono bambini che aspettano. Non sanno ancora giocare, non sanno tenere in mano la forchetta. Mangiano zuppa di cavolo a pranzo e di patate a cena. Prima di avere una mamma e un papà deve iniziare un lungo viaggio tra le carte della burocrazia, tra i colloqui per l’idoneità, la scelta dell’associazione. Dopo 4 anni è arrivata la prima visita in Russia. L’incontro con Andrea è stato emozionante. Magro, le gambe a penzoloni nell’abbraccio. Non sapeva come aggrapparsi perché ancora nessuno lo aveva mai abbracciato. Ora ha 7 anni, una passione per la scrittura, Mina e il basket. La sua è una storia felice, che potrà aiutare altri bambini a trovare una famiglia.

Annunci

18 Responses to “Un bambino venuto da lontano”


  1. 1 slimego maggio 21, 2008 alle 10:51 am

    il titolo del libro è abbastanza preoccupante… chissà come mai la scelta è ricaduta proprio lì…

  2. 2 lara maggio 22, 2008 alle 12:36 pm

    perchè preoccupante. ho letto il libro. il bimbo arriva da lontano. ma ora è qui con la mamma e il papà. cosa insinua il tuo commento, slimego?

  3. 3 slimego maggio 22, 2008 alle 1:17 pm

    la mia era una provocazione per l’autrice del blog…! per il bimbo spero tutto il meglio per il suo futuro, certamente. un mio carissimo amico ha adottato 3 (TRE!) bambini russi l’anno scorso e son tutti molto felici!

  4. 4 lara maggio 23, 2008 alle 2:22 pm

    ah bene! a me è piaciuto. semplice ma schietto. l’ho regalato a mio fratello che sta aspettando un bimbo dall’etiopia. forse dovresti regalarlo anche tu al tuo amico. anche il bambino Andre arriva dalla Russia.

  5. 5 slimego maggio 25, 2008 alle 11:44 am

    ma anche no… 🙂
    non sono i libri che prediligo! e se non li prediligo non li regalo… grazie per il consiglio comunque.

  6. 6 pomella62 luglio 2, 2008 alle 2:41 pm

    libro splendido che consiglio a tutti!

  7. 7 silvia74 luglio 2, 2008 alle 2:44 pm

    ASPETTANDO ANDREA
    un libro magnifico che risponde a domande che sembrano senza riposta e aiuta a sperare tutti quelli che sperimentano l’attesa infinita dell’adozione
    grazie all’autore
    silvia

  8. 8 Carlo1960 agosto 5, 2008 alle 12:51 pm

    libro stupendo lo consiglio a tutti, non solo a quelli che stanno per adottare ma anche a chi come me sta decidendo di avere un figlio!
    grazie a chi l’ha scritto e abbracci ad Andrea!

  9. 9 ROBERTA settembre 8, 2008 alle 1:17 pm

    Ho iniziato la lattura di “aspettando Andrea” cercando di capire se il mio desiderio di adottare un bambino, desiderio che mi accompagna da semre, è mosso da uno “spirito” giusto considerando anche il fatto che sono già mamma di Natan.
    Devo dire che il libro mi stà aiutando molto a riflettere su aspetti che non avevo considerato ma nonostante questo non mi ha fatto cambiare idea……….tutt’altro.

  10. 10 bruschidettagli settembre 9, 2008 alle 6:52 am

    E’ vero, è un libro che fa riflettere. Perché mostra non solo le difficoltà burocratiche dell’adozione, ma tutti quei dettagli pratici, quotidiani e di vita vera che si devono affrontare. E’ un libro sincero, che mostra gioia e paure. Che nonostante i momenti difficili ha uno splendido lieto fine.

  11. 11 elena poma marzo 4, 2010 alle 9:20 pm

    grazie a tutti dei commenti sul libro che ho scritto!!!
    lo scopo è quello di incoraggiare chi ancora tentenna!!!
    ogni bambino, quando trova una mamma e un papà, nasce una seconda volta!!
    Auguri e un abbraccio a tutti quelli che aspettano, di pancia, di testa e di cuore che il loro bimbo arrivi!!!!
    elena poma

  12. 12 elena poma marzo 4, 2010 alle 9:22 pm

    Ragazzi aiutatemi a pubblicizzarlo!!
    Stiamo costruendo una casa dell’accoglienza in Kenya, con le vendite del libro.
    baci
    elena

    • 13 Stefania luglio 6, 2010 alle 2:42 pm

      ciao Elena…mi chiamo Stefania…io e mio marito abbiamo firmato il mandato ieri per la Federazione Russa….e forse potrai capire le tante emozioni che mi passano per la testa…esco tra 20 minuti dall’ufficio e corro subito a comprare il tuo libro…..bacioni

      • 14 Stefania luglio 20, 2010 alle 7:52 am

        Sono riuscita solo ieri a comprare il libro…..e l’ho letto tutto d’un fiato……è bellissimo e molto commovente…lo consiglierò certamente ad altri conoscenti che, come me, stanno percorrendo questo percorso difficile, ma al tempo stesso ricco di emozioni !!!!!

  13. 15 comune di Binasco marzo 10, 2010 alle 8:41 am

    Gentile signora Poma
    l’assessore ai servizi sociali del comune di Binasco (Prov. Milano) è interessata a mettersi in contatto con Lei perchè, dopo aver letto il libro, intende dedicargli uno spazio durante una serata sui temi dei minori.
    La prego di volermi chiamare per stabilire un contatto.
    Io sono la responsabile del settore servizi alla persona del Comune di Binasco, Formenti Roberta, e rispondo a questi numero: 0290578160 e 3481409307.
    Spero di sentirla presto.
    Cordiali saluti
    Roberta F.

  14. 16 marisa gallotti marzo 14, 2011 alle 1:42 pm

    Ciao Elena, sono stata venerdì sera da Annamaria.Pensa sabato pomeriggio mi sono letta tutta d’un fiato il tuo libro che tu ci avevi magistralmente presentato.Lo consiglierò sicuramente alle mie amiche.Sono felice che tu abbia realizzato uno dei tuoi sogni: quello di diventare madre, anche se a caro prezzo. Speriamo che tu possa anche aiutare i bambini del Kenia!
    Auguri ad Andrea che in questi giorni compie gli anni.
    Marisa


  1. 1 http://pppedrajas.es/ Trackback su febbraio 15, 2016 alle 9:05 pm
  2. 2 Windows Trackback su febbraio 20, 2016 alle 9:14 pm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




I BRUSCHI DETTAGLI

Raccontare, vedere poi ascoltare e scrivere. Leggere, chiedere, curiosare. E una pagina bianca per dirlo a qualcuno. Non il Tutto, solo qualche dettaglio

SUL COMODINO

Paul Auster, un po' di Pamuk, Erri De Luca

ULTIME LETTURE

Un uso qualunque di te (Sara Rattaro)

Twitter factor (Augusto Valeriani)

La vita è altrove (Milan Kundera)

1Q84 (Haruki Murakami)

Zita (Enrico Deaglio)

L'animale morente (Philip Roth)

Così è la vita (Concita de Gregorio)

I pesci non chiudono gli occhi (Erri De Luca)

Cattedrale (Raymond Carver)

Lamento di Portonoy (Philip Roth)

Libertà (Jonathan Franzen)

Il dio del massacro (Yasmina Reza)

L'uomo che cade (Don De Lillo)

Il condominio (James G. Ballard)

Sunset limited (Cormac McCarthy)

I racconti della maturità (Anton Cechov)

Basket & Zen (Phil Jackson)

Il professore di desiderio (Philip Roth)

Uomo nel buio (Paul Auster)

Indignazione (Philip Roth)

Inganno (Philip Roth)

Il buio fuori (Cormac McCarthy)

Alveare (Giuseppe Catozzella)

Il Giusto (Helene Uri)

Raccontami una storia speciale (Chitra Banerjee Divakaruni)

Cielo di sabbia (Joe R. Lansdale)

La stella di Ratner (Don DeLillo)

3096 giorni (Natascha Kampusch)

Giuliano Ravizza, dentro una vita (Roberto Alessi)

Boy (Takeshi Kitano)

La nuova vita (Orhan Pamuk)

L'arte di ascoltare i battiti del cuore (Jan-Philipp Sendker)

Il teatro di Sabbath (Philip Roth)

Sulla sedia sbagliata (Sara Rattaro)

Istanbul (Orhan Pamuk)

Fra-Intendimenti (Kaha Mohamed Aden)

Indignatevi! (Stéphane Hessel)

Il malinteso (Irène Némirovsky)

Nomi, cognomi e infami (Giulio Cavalli)

Tangenziali (Gianni Biondillo e Michele Monina)

L’Italia in seconda classe (Paolo Rumiz)

ULTIME VISIONI

Be kind rewind (Michel Gondry, 2007)

Kids return (Takeshi Kitano, 1996)

Home (Ursula Meier, 2009)

Yesterday once more (Johnnie To, 2007)

Stil life (Jia Zhang-Ke, 2006)

Cocaina (Roberto Burchielli e Mauro Parissone, 2007)

Alla luce del sole (Roberto Faenza, 2005)

Come Dio comanda (Gabriele Salvatores, 2008)

Genova, un luogo per dimenticare (Michael Winterbottom, 2010)

Miral (ulian Schnabel, 2010)

Silvio forever (Roberto Faenza, 2011)

Election (Johnnie To, 2005)

Oasis (Lee Chang-dong, 2002)

Addio mia concubina(Chen Kaige, 1993)

La nostra vita (Daniele Luchetti, 2010)

Departures (Yojiro Takita, 2008)

La pecora nera (Ascanio Celestini, 2010)

Flags of our fathers (Clint Eastwood, 2006)

L'uomo che fissa le capre (Grant Heslov, 2009)

Buongiorno Notte (Marco Bellocchio, 2003)

Vallanzasca - Gli angeli del male (Michele Placido, 2010)

Paz! (Renato De Maria, 2001)

Stato di paura (Roberto Burchielli, 2007)

Gorbaciof (Stefano Incerti, 2010)

L'esplosivo piano di Bazil (Jean-Pierre Jeunet, 2008)

Confessions (Tetsuya Nakashima, 2010)

127 ore (Danny Boyle, 2010)

Qualunquemente (Giulio Manfredonia, 2011)

American life (Sam Mendes, 2009)

Look both ways (Sarah Watt, 2005)
maggio: 2008
L M M G V S D
    Giu »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: